Vai al contenuto

Fukushima un passato che non passa

Venerdì 11 marzo 2022 ore 15, su canale youtube pagina facebook di Ecoistituto Ticino e di ogni associazione che vorrà condividere terremo questo incontro on line. 
Sono passati 11 anni dal giorno in cui si verificò quel disastro. Ad oggi la situazione è tutt’altro che risolta. 

Questo incontro vorrebbe non solo ricordare, ma anche interrogarci sul ritorno del nucleare come tecnologia promossa come sicura, come “verde”, come sostenibile, come soluzione al problema climatico. Cosa della quale, dubitiamo fortemente.
Quello che accade in questi giorni in Ucraina ci dovrebbe far riflettere su questa scelta pericolosa, oltremodo costosa, sulla sua sostenibilità, sui suoi intrecci tra civile e militare, sul suo ruolo nei conflitti.

Avremo contributi di:
Naoto Kan allora presidente del consiglio giapponese
Tamiyoshi Tachibana produttore del film “Il coperchio sul sole”  fedele cronaca di questo disastro nucleare, 
Morimi Kobayashi presidente di Orto dei Sogni (dei bambini di Fukushima)
Ruiko Mutō cittadina di Fukushima, animatrice della class action nei confronti della Tepco società proprietaria dell’impianto. 
Angelo Tartaglia, senior professor al Politecnico di Torino
Giorgio Ferrari, già ingegnere nucleare Enel
Mario Agostinelli, già ricercatore al CCR di Ispra, presidente dell’associazione Laudato sì, una alleanza per la terra il clima e la giustizia sociale.

info@ecoistitutoticino.org 348 351 5371