Vai al contenuto
Home » Premio letterario “Il Pavone”

Premio letterario “Il Pavone”

Ogni anno, a giugno, in occasione della Festa del Solstizio d’estate, in Villa Annoni a Cuggiono si tiene Pagine al sole, rassegna di microeditoria varata nel 2011 dall’Ecoistituto della Valle del Ticino e La Memoria del Mondo di Magenta.
Oggi il Lions Club Naviglio Grande si propone di dare ulteriore sostegno all’iniziativa, con l’istituzione dal 2023 di un Premio letterario, come vettore privilegiato per la conoscenza e diffusione della microeditoria.


Come
 Il Premio è rivolto a editori che siano stati presenti ad almeno una edizione di Pagine al sole. La
partecipazione è gratuita.
 Per l’edizione inaugurale si è optato per la narrativa: romanzo, racconto, fiaba…
 Ogni editore parteciperà con 1 opera, in lingua italiana, di autore maggiorenne, edita nei dodici mesi precedenti la scadenza del bando: 31 marzo 2023.
 Entro tale data dovranno pervenire 3 copie dell’opera in formato cartaceo a Fondazione per Leggere (via Alzaia Naviglio Grande 14, 20081 Abbiategrasso MI – tel. 02 94964796) e 1 copia in formato elettronico a <ilpavone@paginealsole.it>. Le copie consegnate verranno regalate alle biblioteche o alle scuole e non saranno restituite.
 All’atto di Pagine al sole, la Giuria tecnica, presieduta da Roberto Morgese, decreterà i vincitori:
Primo premio: euro 300
Secondo premio: euro 200
Terzo premio: euro 100

 La Giuria, se dovesse ritenerlo, conferirà anche menzioni speciali per particolari meriti. Si riserva, inoltre, la facoltà di non assegnare premi.
 I vincitori e le Case editrici s’impegnano a partecipare alla cerimonia di premiazione e alle eventuali presentazioni a seguire, di cui si stabilirà il programma.
 I Lions s’impegnano all’acquisto di copie dei volumi premiati che, tramite Fondazione per Leggere, verranno distribuite alle biblioteche di zona.


Perché “Il Pavone”
Non si poteva trascurare la sede deputata, il settecentesco complesso di Villa Annoni con lo sterminato parco “all’inglese”, figlio del dettato illuminista di ritorno alla natura, con i suoi pavoni, se vogliamo neoclassici anch’essi, alteri protagonisti del contesto sino a diventarne, appunto, imprescindibile simbolo.

Per informazioni:
luca@memoriadelmondo.it
donatella.tronelli@alice.it