Gli Artisti a sostegno di un bene comune

 Domenica 2 dicembre 2018, alle 11, in Santa Maria in Braida (Le Radici e le Ali) via San Rocco 48 a Cuggiono, si terrà l’inaugurazione di questa bella mostra.

 Ma… attenzione non è solo una mostra è qualcosa di molto di più, è un bel segnale di solidarietà e di coesione sociale che si somma a tanti altri ricevuti in questi mesi.

 Pittori, scultori, eredi e galleristi grazie a un loro passa parola ci hanno donato loro opere per contribuire all’acquisto di questo settecentesco spazio salvato nel 2007 da abbandono e degrado e divenuto in questi dieci anni  vivace luogo di incontro e di cultura col nuovo nome di “Le Radici e le Ali” , luogo messo gratuitamente a disposizione delle associazioni e ai cittadini del territorio.

UN PREZIOSO BENE COMUNE CHE DEVE RIMANERE TALE.

Il prossimo gennaio Santa Maria in Braida, a causa della messa in liquidazione della cooperativa proprietaria con la quale Ecoistituto aveva stipulato un accordo di uso trentennale a fronte del suo recupero, verrà messa in vendita. Dobbiamo quindi acquistarla, perché continui a svolgere questo ruolo al servizio di tutti.

Anche questa mostra e questi quadri ci aiuteranno a raggiungere questo impegnativo obiettivo, tanto più che le belle opere esposte possono diventare un apprezzato regalo da fare a Natale.

ASPETTIAMO ANCHE TE DOMENICA 2 dicembre alle 11 alla sua inaugurazione. (La mostra rimarrà aperta fino a domenica 6 gennaio nei giorni festivi e prefestivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 o su richiesta telefonando al 3483515371)

A seguire domenica 2, alle 12,30 si terrà un pranzo con gli artisti presso il circolo Unione San Rocco, via San Gregorio 3 – Cuggiono, a cui sarebbe bello averti con noi. 
Per prenotarsi chiamare lo 02 974075 in orari negozio (merceria Carmen) o il 3483515371 oppure con una mail info@ecoistitutoticino.org 

Qui la locandina della mostra

Qui il menù del pranzo

Qui puoi vedere una anteprima delle opere

di Giuseppe Abbati, Piero Adobati,  Ahmed Ben Dhiab, Giuseppe Bianchi, Giovanni Blandino, Roberto Borsa, Carlo Bossi, Luciano Bonza, Maria Teresa Callini , Giancarlo Colli, Culot, Matteo Di Corato, Roberta Di Girolamo, Mario Duse, Paolo Fabbro, Luigi Ferrario, Manuela Furlan, Raul Gabriel,  Angelo Garagiola, Enrico Gerli, Claudia Manenti, Rosalba Mangialardi, Sandro Migliarini, Gualtiero Mocenni, Alessandro Negri, Daniele Oppi, Fabrizio Parachini, Stefano Pizzi, Jeanette Poletti, Scuola di Giuseppe Canella, Giovanni Sesia,Manuel Tavares, Ernesto Treccani, Filippo Villa.

Qui il numero de la Città Possibile dedicato a “Le Radici e le Ali”