Facce da Rock

I protagonisti internazionali dei concerti rock tenuti a Milano

negli scatti di Massimo Barbaglia.

 

Le Radici e le Ali  (già chiesa di Santa Maria in Braida)
via San Rocco 48 – Cuggiono.

 Inaugurazione mostra   Sabato 18 febbraio 2017 ore 17,30  

Apertura  il venerdì, sabato e domenica dalle 15 alle 18 fino a domenica 5 marzo

Tra la fine degli anni ’80 e i primi anni del nuovo millennio,  Milano ha conosciuto una stagione  entusiasmate per la musica e la cultura.  Dal Jazz nelle piazze della città, ai grandi musicals inglesi o americani,   alle proposte più innovative e contaminanti di generi e linguaggi musicali nei  club,  teatri,  e rassegne  che si moltiplicavano sul suo territorio, fino ai grandi festival rock.

Il mondo era analogico e le fotografie erano bellissimi rettangoli di cartoncino, spesso in bianco e nero, che prendevano vita la notte, dopo lo spettacolo nelle camere oscure…

Massimo Barbaglia, quasi ogni sera  si è  mosso nella città alla caccia di uno sguardo, un suono, un sorriso, insomma tutto ciò che accadeva nei tanti palcoscenici di Milano.

I racconti migliori di quanto accadeva in città  stava in quell’ istante rubato nei primi dieci minuti di show, quando il microfono non funzionava bene o le luci erano basse, e poi via di corsa  in una altra platea, un altro pass, un altro servizio d’ordine da convincere.

Facce da Rock è la storia di una città,  la cronaca senza fronzoli di una istantanea al buio,  la suggestione  di un periodo irripetibile e lontano,  che ci restituisce intatta l’irresistibile energia che scorreva in quegli anni nelle vene  di Milano.

L’effeto Amarcord colpirà i visitatori, imprigionati, nella bellezza di scatti che hanno fatto la storia della musica. Tra i soggetti, Madonna, Pink Floyd, Bob Dylan, David Bowie, BB King, Frank Zappa, Fabrizio de Andrè, Joan Baez, Micharl Jakson, Annie Lennox, Miles Davis, Marylin Manson, Depeche Mode, Kurt Cobain, Dizzy Gillespie, Bjork…

Massimo Barbaglia (Magenta 1958) è specializzato in  fotografia musicale, ha collaborato con diversi quotidiani nazionali ( il Giorno, La Repubblica, il Corriere della sera, Il giornale ecc..) e riviste del settore. 

Vedi la locandina