25 settembre ESSERE TERRA giornata del biologico e dell’agricoltura contadina

In contemporanea con LIBRARIA il 25 settembre  negli spazi adiacenti di Villa Annoni si terrà la settima edizione di ESSERE TERRA con il tradizionale mercatino dei produttori del territorio,  le attività di animazione per bambini, il fare il pane, il far conoscere loro il magico mondo delle api, le visite guidate e naturalmente le azioni di conoscenza e sensibilizzazione in difesa del suolo come la petizione  europea di cui partirà in questi giorni la raccolta di firme “People4soil” campagna che coinvolge centinaia di associazioni di tutta Europa tra cui ovviamente l’Ecoistituto. A presentare questa campagna Domenico Finiguerra, già sindaco di Cassinetta di Lugagnano.

A mezzogiorno uno “sfizioso” pranzo a cui onnivori e vegetariani avranno solo l’imbarazzo della scelta e per il quale è vivamente consigliata la prenotazione allo 02974075 in orari negozio (parte del ricavato verrò destinato al fondo locale di solidarietà a sostegno di un piccolo progetto nella zona terremotata) 

Qui la locandina di ESSERE TERRA

Qui la locandina di LIBRARIA 

Qui un articolo del Corriere dell’Altomilanese su queste manifestazioni

 

Il pranzo a Essere Terra (x onnivori e vegetariani)

– Antipasti con bruschette, barchette alla ricotta, patè di maiale

– risotto alle pere  e scamorza
– melanzane alla parmigiana
– in alternativa arrosto alle erbe aromatiche con contorno di patate e frutta al forno
– dolce
– caffè
 15€ ( bambini 8€)

E’ consigliata la prenotazione allo 02974075 in orari negozio 

(Parte del ricavato verrà devoluto alla raccolta fondi in appoggio a un piccolo progetto di ricostruzione nell’area terremotata in zona Amatrice)

 

COSA E’ “PEOPLE 4 SOIL”

“People 4 Soil” è una rete di organizzazioni europee, istituti di ricerca, associazioni di agricoltori e gruppi ambientalisti. Anche l’Ecoistituto della valle del Ticino ne fa parte. Siamo preoccupati per il crescente degrado dei suoli sia nell’UE che a livello globale: l’erosione, il consumo di suolo, la perdita di materia organica, la compattazione, la salinizzazione, il dissesto idrogeologico e la contaminazione hanno impatti negativi sulla salute umana, la sicurezza alimentare, gli ecosistemi naturali, la biodiversità e il clima, nonché sulla nostra economia.  

Vogliamo che l’Europa riconosca il suolo come un bene comune

Vogliamo fare pressione sulle istituzioni europee affinché venga adottata una legislazione specifica in materia di protezione del suolo, che fissi principi e regole che gli Stati Membri devono rispettare. Vogliamo che l’Europa riconosca il suolo come un bene comune essenziale per la nostra vita e assuma la sua gestione sostenibile come un impegno prioritario.  

Oggi il suolo non ha diritti

Al momento, il suolo non è soggetto ad un insieme coerente di norme nell’Unione Europea: la proposta di Direttiva Quadro sul suolo è stata ritirata nel maggio del 2014 dopo otto anni di blocco da parte di una minoranza di Stati Membri. Le politiche comunitarie esistenti in altri settori non sono sufficienti a garantire un adeguato livello di protezione per tutti i suoli in Europa.  

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE IN DIFESA DEL SUOLO!
Qui il sito di “people 4 soil”