Breve storia del Jass dal 1860 al 1930

Maggio 15, 2019 in News da OresteM

Un racconto in musica con la “Dixie Jass del Vecchio Ponte”, sabato 1 giugno ore 21 a Le radici e le Ali , via San Rocco 48 , Cuggiono.

Chiariamo subito che Jass che abbiamo messo nel titolo non è un refuso. Un tempo il Jazz si chiamava Jass, ma anche jas, jasz, jaz – parola che deriva da «jasm» che, nelle zone creole, in particolare a New Orleans, è sinonimo di vitalità o in slang di prestazione sessuale; per altri è una parola tratta dal francese chasse-beau, che è un passo di danza dell’epoca.  
La culla del jazz è stata New Orleans. Lì nacque certamente, quella musica sincopata protagonista di tutto il Novecento, anche se non si sa bene né come né quando.

Si sviluppò comunque nell’ Ottocento nella comunità afroamericana del sud degli Stati Uniti, modificandosi con l’incontro fra questa espressione musicale e quella europea trapiantata negli USA, nella quale anche gli immigrati italiani ci misero del loro. Incredibile vero?

Com’é nato il Jass lo scopriremo insieme a questa band, alla Dixie Jass Vecchio Ponte, amici da tempo, tra gli animatori itineranti alla Festa del Solstizio, con i quali abbiamo pensato che forse valeva la pena, oltre ad ascoltare la loro musica, capirne le origini, la storia, l’evoluzione e i meticciamenti. Sarà una serata piacevole come sarà piacevole avervi con noi.

Organizza “Ecoistituto della Valle del Ticino” e “Musica e non solo”.

Quindi… sabato 1 giugno, venite a trovarci!

Vedi la locandina