25 gennaio : SHOAH canti e riflessioni per il giorno della memoria

Un incontro  a “Le Radici e le Ali” giovedì 25 gennaio  per non dimenticare la più grande tragedia del ventesimo secolo.
Un incontro in cui si  alterneranno riflessioni, testimonianze storiche e canti. Saranno con noi “I Numantini” storico gruppo musicale di Legnano e il docente di storia Giancarlo Restelli.

Qui la locandina

 Con il termine Shoah (olocausto) si indica, a partire dalla seconda metà del XX secolo, il   genocidio perpetrato dalla Germania nazista e dai suoi alleati nei confronti degli ebrei d’ Europa e, per estensione, lo sterminio verso tutte le categorie ritenute “indesiderabili”, che causò circa 15 milioni di morti in pochi anni, tra cui 5-6 milioni di ebrei, di entrambi i sessi e di tutte le età

L’uso del termine Olocausto viene quindi anche esteso a tutte le persone, gruppi etnici e religiosi ritenuti “indesiderabili” dalla dottrina nazista, essi potevano comprendere, popolazioni delle regioni orientali europee occupate, ritenute “inferiori”, e includere quindi prigionieri di guerra, oppositori politici, nazioni e gruppi etnici come rom, sinti, jenisch, gruppi religiosi come testimoni di Geova e Pentecostali, omosessuali, malati di mente e portatori di handicap…