Percorso della memoria – Robecco, cascina Chiappana

20 LUGLIO 1944 – PRIMO ECCIDIO DI ROBECCO

Il 20 luglio 1944, in questa località chiamata Tangola (che prende il nome da una delle sue cascine), al confine fra il Comune di Robecco e quello di Corbetta, dei militari tedeschi e un repubblichino si recarono – ufficialmente – per requisire delle stoffe.
Nei pressi della Cascina Chiappana si trovava in quel momento anche un gruppo di partigiani, alcuni dei quali erano del luogo. Di lì a poco avvenne una sparatoria, col ferimento dell’ufficiale delle SS Peter Kessels e del giovane partigiano Luigi Valenti.
Peter Kessels morì lungo il tragitto verso l’ospedale.
Luigi Valenti, gravissimo, ricevette invece sul posto il soccorso del medico del paese, Dott. De Bonis, e del coadiutore della parrocchia, Don Gerolamo Magni (che era in contatto con la Resistenza), i quali lo nascosero in un capanno.
Mentre rientravano, il sacerdote e il medico furono però fermati e il nascondiglio scoperto.
Theodor Saevecke, capo della Gestapo a Milano, venne allora in questo luogo con delle SS al seguito e, dopo perquisizioni e arresti, ordinò l’uccisione di:
Luigi Valenti, partigiano
Angelo Valenti, suo fratello
Enrico Valenti, suo padre
Secondo alcune testimonianze, Luigi era ormai morto, al momento dell’ordine. I tre corpi furono gettati in un fienile e dati alle fiamme, sotto gli occhi dei presenti.
Il giorno successivo, 21 luglio 1944, mentre a Robecco avvenivano ancora devastazioni e incendi, molti uomini furono radunati sulla piazza del paese e divisi in due gruppi: da un parte i giovani, dall’altra gli anziani. Di questi ultimi, cinque furono fucilati. Dei giovani, cinquantotto vennero arrestati e molti di loro deportati nel Lager di Kahla (Weimar), sottocampo di Buchenwald. Nove non fecero ritorno.
L’operazione fu condotta sul posto da Theodor Saevecke e da Walter Rauff. Al loro seguito, le SS e i fascisti della Legione Ettore Muti.

Per saperne di più:

  • L. BORGOMANERI, Due inverni, un’estate e la rossa primavera. Le Brigate Garibaldi a Milano e provincia (1943-1945), Franco Angeli, Milano,1985.
  • L. BORGOMANERI, Hitler a Milano. I crimini di Theodor Saevecke capo della Gestapo, Datanews, Roma, 2000.
  • G. BIANCARDI, A. MAGNANI (a cura di), La Fiera di San Biagio, Pubblicazione Anpi Magenta, 1995
  • A. MAGNANI, M. TENCONI, Partigiani tra le ca­scine, Ed. In Curia Picta, aprile 2012
  • A. MAGNANI, M. TENCONI, L’Est Ticino dal fascismo alla seconda guerra mondiale, In Curia Picta, 2008.
  • B. PASTORI, Resistenza, rappresaglia e memoria di paese, in «Italia Contemporanea», settembre 2011, n. 264.
  • BARBARESCHI DON GIOVANNI, Memoria di sacerdoti “Ribelli per amore” 1943 1945, Centro Ambrosiano, 2018.
  • MARIO COMINCINI, ANNAMARIA CISLAGHI, Questo è il giorno della vendetta, non del perdono! – La strage nazifascista del 20 e 21 luglio 1944 a Robecco sul Naviglio, Italia Nostra 2016
  • http://www.straginazifasciste.it/?page_id=38&id_strage=5995
  • http://www.straginazifasciste.it/?page_id=38&id_strage=1637
  • http://www.straginazifasciste.it/?page_id=38&id_strage=1640

Storia del lager di Kahla

https://www.comune.cinisello-balsamo.mi.it/pietre/spip.php?article637

http://win.storiain.net/arret/num109/artic2.asp

http://www.storiatifernate.it/pubblicazioni.php?&cat=50&subcat=116&group=243&id=518


http://www.anpi.it/
http://www.museopartigiano.it/
http://lnx.ecoistitutoticino.org/wordpress/percorso-memoria-robecco/

Comune di Robecco Sul Naviglio
ANPI Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Comitato provinciale di Milano 
FIVL Federazione Italiana Volontari della Libertà
Ecoistituto della Valle del Ticino

Data inaugurazione targa 20/7/2019