Lavorare per la pace

E’ TEMPO DI RICOMINCIARE A LAVORARE PER LA PACE

La pandemia è ancora in pieno corso; la crisi sociale ed economica è molto pesante, specialmente per i più poveri e vulnerabili; la crisi climatica sta peggiorando; malgrado questo – ed è scandaloso – non cessano i conflitti armati e si rafforzano gli arsenali militari.

Per affrontare e risolvere questi grandi-problemi-comuni-glocali, c’è bisogno dell’impegno di tutti gli abitanti della terra, cittadini, cittadine e istituzioni di ogni livello.

Dobbiamo sviluppare una mentalità e una cultura del “prendersi cura” capace di sconfiggere l’indifferenza, lo scarto e la rivalità che troppo spesso, purtroppo, prevalgono.

Cura delle giovani generazioni, cura della scuola, cura degli altri, cura del pianeta, cura del bene comune e dei beni comuni, cura dei lavori di cura, cura della città, cura dei diritti umani, cura della democrazia, … C’è bisogno di una politica e di un’economia della cura.

LA CURA È IL NUOVO NOME DELLA PACE

In connessione con la marcia Perugia-Assisi, alla quale vogliamo anche quest’anno aderire, e in collaborazione con numerose associazioni e alcuni comuni del territorio, proponiamo dunque due appuntamenti:

Domenica 3 ottobre, ore 10,30 – CORNAREDO, Piazza Libertà (ingresso parco) (vedi la locandina)Manifestazione con ritrovo ore 10,30 e termine ore 11,30
Tutti i partecipanti sono invitati a portare un piccolo vasetto, anche in vetro, con un po’ di terra all’interno

Venerdì 8 ottobre, ore 21 – SEDRIANO, Centro Paolo VI (vedi la locandina)
Serata sul tema “Donne in Afghanistan oggi: prendiamocene Cura.”
Interverranno:

  • Giovanna Cardarelli, del CISDA – Coordinamento Italiano Sostegno Donne Afghane
  • Silvia Redigolo, di Fondazione Pangea Onlus