Vai al contenuto

La Città Possibile inverno 2021/2022

Anche stavolta ce l’abbiamo fatta. Fare uscire trimestralmente (da 28 anni) La Città Possibile non è cosa semplice. Ci motiva il fatto che questo mix di “fatterelli” locali e ragionamenti più impegnativi, venga comunque apprezzato. 

Si potrebbe fare meglio? Certamente. A questo proposito, nel ringraziare chi anche questa volta ci ha inviato pezzi da pubblicare, segnaliamo che quelli che non hanno trovato spazio  verranno pubblicati sul prossimo numero.

Ovviamente un modo perché la rivista si “irrobostisca” nei contenuti, nel numero di pagine, e nella diffusione è quella di sottoscrivere una donazione che ne consenta l’uscita (vedi tagliando allegato)  

La cosa sembrerebbe in contraddizione con quella nostra inveterata abitudine di diffonderla gratuitamente in luoghi pubblici. Senza fare paragoni troppo arditi potremmo dire che è l’attitudine del “buon seminatore”, tanto per utilizzare laicamente una parabola che aveva finalità decisamente più impegnative. 

Qui la versione on line ma il cartaceo è un altra cosa…
Quindi, chiedeteci pure copie da diffondere, se lo ritenete cosa “buona e giusta”, non diciamo “doverosa” (gli obblighi non ci entusiasmano), ma visti i tempi “salutare”, intellettualmente parlando potrebbe esserlo. Buona lettura.