da OresteM

PRESENTAZIONE FORUM CLIMA TERRITORIALE

Settembre 20, 2019 in News da OresteM

Domenica 22 settembre 2019 ore 11 – Villa Annoni – Cuggiono


Il FORUM CLIMA Vuole essere un organismo per far crescere l’attenzione sul tema, un ambito di riflessione e proposta e azione. 
cosa che peraltro abbiamo incominciato a fare editando il quaderno sul clima in collaborazione con decine di associazioni e realtà del territorio.

Vuole essere un organismo informale, territoriale, aperto a tutti al di là delle appartenenze (membri di associazioni, istituzioni, semplici cittadini).

Una sorta di “pensatoio” che vuole far emergere le modalità che ai livelli locali (e nei nostri comportamenti) possiamo portare avanti per cercare di “fare la nostra parte” nel contrasto al cambiamento climatico in atto e non ultimo influenzare i livelli decisionali superiori Nel FORUM ci si misura non certo sul bilancino delle appartenenze, ma sulla bontà delle idee e sulla coerenza nel portarle avanti. 

Benché il problema clima sia enorme, purtroppo non è ancora entrato come dovrebbe nel comune sentire dei cittadini e delle scelte politiche che contano. 

Ma come spesso accade le comunità locali, possono cominciare ad agire con azioni concrete al loro livello e fare la differenza!

infoline 3483515371 forumclimacuggiono@gmail.com

da OresteM

E io non scenderò più!

Settembre 20, 2019 in News da OresteM

22 settembre 2019 ore 15 Parco di Villa Annoni – Cuggiono

Spettacolo itinerante e arrampicato liberamente tratto da “Il Barone rampante” di Italo Calvino di e con Sara Molon, Soledad Nicolazzi regia Soledad Nicolazzi

Cosimo si arrampica sul leccio.
«Quando sarai stanco di star lì cambierai idea!»
«Non cambierò mai idea»
«Ti farò vedere io, appena scendi»
«E io non scenderò più»
E mantenne la parola.

Lo spettacolo è un percorso nella natura in cui i bambini, coinvolti dalle attrici, scoprono le avventure di un ragazzino che vive sugli alberi. In scena personaggi, alberi e burattini di legno.

La narrazione si alterna a scene grottesche, buffe, poetiche, coinvolgenti: si racconta di com’è star sopra un ramo al tramonto e sentire il profumo delle magnolie e innamorarsi, per la prima volta, a undici anni. Di ladri di frutta, dell’incontro con il temibile Gian de Brughi, il brigante appassionato di libri. E di Cosimo Piovasco di Rondò, il ragazzino che viveva sugli alberi in un mondo tutto suo, ma che riusciva a stare con gli altri come nessuno.

In Io non scenderò più i bambini non sono solo spettatori ma vengono coinvolti in azioni interattive.

da OresteM

BINOME 2019

Settembre 13, 2019 in News da OresteM

Dal 20 al 22 settembre 2019, nella splendida cornice del parco di Villa Annoni a Cuggiono, Rete Formazione Albero (RFA) in collaborazione con Ecoistituto organizza il primo campionato italiano Binôme.

Binôme è un incontro di arboricoltura che vede confrontarsi coppie di arboricoltori professionisti, impegnati in prove finalizzate a dimostrare competenze nel riconoscimento delle specie arboree, conoscenza di malattie, funghi e avversità degli alberi, capacità nella potatura e competenza nella gestione di un’emergenza in quota.

I campionati Binôme vengono organizzati da anni in Francia parallelamente ai classici campionati nazionali e internazionali di tree climbing, già presenti anche in Italia. La manifestazione, di grande prestigio e interesse per i professionisti del settore, è di notevole importanza anche nell’ambito della tutela del verde nel nostro Paese proprio perché vuole essere dimostrazione e promozione delle migliori pratiche nel campo dell’arboricoltura.

Mirando a diventare un appuntamento annuale di riferimento nazionale, Binôme vuole quindi offrire ai professionisti un luogo di confronto che sia da stimolo per il continuo miglioramento tecnico, andando ad affiancare i Campionati Italiani di Tree Climbing, manifestazione che è invece di carattere puramente tecnicosportivo.

Parallelamente alle gare ci saranno workshop gratuiti di formazione validi per il rinnovo della certificazione ETW. Binôme è anche per tutti, bambini e adulti, infatti la domenica pomeriggio all’interno del parco di Villa Annoni, in un teatro naturale arboreo, vi sarà una rappresentazione teatrale gratuita intitolata “E io non scenderò più” tratta dell’opera di I. Calvino “Il Barone Rampante”. Maggiori informazioni su www.reteformazionealbero.com oppure sulla pagine Facebook di Rete Formazione Albero.

Qui la locandina

Ricordiamo che domenica 22 settembre si terranno altre due importanti manifestazioni in sinergia con BINOME , ESSERE TERRA e LIBRARIA – Una giornata riccaa di eventi. Una giornata da non perdere. VI ASPETTIAMO!

da OresteM

ESSERE TERRA Giornata del biologico e dell’agricoltura contadina

Settembre 12, 2019 in News da OresteM

Domenica 22 settembre 2019 – Villa Annoni – Cuggiono

Essere Terra, nome che da 10 anni abbiamo dato a questa giornata, per cominciare a sentire la Terra come essere vivente, che mai come oggi dovremmo considerare tale per tornare ad averne cura e riconoscente rispetto.

Una parola per far risuonare una antica saggezza, di quella Gaia divinità greca, che in fondo non era così diversa dalla Pachamama dei popoli andini.  Un nome come segnale per accostarci  alla complessità di un pianeta che vive, visione richiamata oggi da teorie come l’ “Ipotesi Gaia” di  Levelock o  suggerita dalla sensibilità che affiora nella enciclica di papa Bergoglio quando invita al superamento dell’antropocentrismo.

Essere Terra, è una giornata che si intreccia alla cultura affiancata all’edizione autunnale di LIBRARIA mostra mercato del libro raro, fuori commercio e d’occasione. In questa giornata ci sarà  la presentazione del FORUM territoriale sul CLIMA e di Polyculturae consorzio di produttori biologici che battono altre nuove/antiche strade in collaborazione con l’Università di Milano, in cui si farà il pane coi bambini,  e si gusterà un ottimo pranzo (consigliata prenotazione allo 02974075 in orari negozio).

Ciliegina sulla torta la bella collaborazione con BINOME  incontro internazionale di arboricoltura a squadre, manifestazione  internazionale non competitiva per ricordarci che il darsi una mano l’un l’altro è decisamente più utile del voler essere primi a ogni costo.  

Qui la locandina

da OresteM

Libraria mostra mercato del libro raro, fuori commercio e d’occasione.

Settembre 12, 2019 in News da OresteM

22 settembre Villa Annoni – Cuggiono

Eccoci alla ottava edizione di questa manifestazione, che vede coinvolti affezionati librai che nei magnifici spazi di Villa Annoni presentano le loro chicche spesso introvabili.

Come sempre Libraria autunnale è abbinata a ESSERE TERRA giornata del biologico e dell’agricoltura contadina.

Una bella sinergia che ne fa occasione di incontro per chi vuole nutrire la mente e il palato

Qui la locandina

da OresteM

La Città Possibile-Autunno 2019

Settembre 12, 2019 in News da OresteM

Eccoci col numero autunnale della rivista. Una rivista  a mezza strada tra la newsletter di una piccola associazione come la nostra, e i “messaggi in bottiglia” provenienti dal sociale, lanciati per superare i naufragi del presente.

Articoli centrati sul nostro territorio, ma non solo, con il taglio di sempre che vuole collegare le esperienze di un luogo al pensare globale.

E farlo come a nostro avviso dovrebbe fare una associazione che non si chiude in se stessa ma si vuole aprire agli altri, gettando ponti e creando occasioni per “camminare insieme”. Il quaderno sul clima promosso con una ottantina di realtà del territorio ne è un buon esempio.

In un periodo in cui sempre più si “ragiona” con la pancia, rancorosi e isolati, tornare a usare la testa, e farlo insieme, potrebbe aiutarci a vivere meglio. 

Potrebbe… se lo vogliamo, e a noi piace pensarlo. Del resto queste sfide ci sono sempre piaciute e per fortuna con gli anni non ne abbiamo perso il gusto.

Qui anticipiamo la versione on line. Ma aver la rivista tra le mani come diciamo da sempre è un altra cosa.

da OresteM

“Noi e il clima che cambia”

Settembre 5, 2019 in News da OresteM

Da dove cominciamo per fare la nostra parte ?

Da noi stessi, sapendo che all’inizio non saremo in tanti, anzi con la consapevolezza che sempre, ma proprio sempre, ci si conta sulle dita di una mano, perché ogni cosa comincia sempre perché qualcuno la fa cominciare, perché qualcuno dà l’esempio. E’ così che si comincia. E’ sempre stato così.

Certo, bisogna anche mettere in conto che ogni cosa nuova, quando non sarà ignorata, sarà vista con sufficienza, con diffidenza, con sospetto, sarà derisa e combattuta tanto più se vuole costruire il nuovo con fatti e non solo con parole.

Eppure… eppure succede che una quindicenne svedese un anno fa comincia a non andare a scuola, a mettersi da sola davanti al parlamento, con un cartello su cui ha scritto “sciopero per il clima”… e altri ragazzi cominciano a seguire il suo esempio. Nasce il movimento Fridays for future i venerdì per il futuro, l’attenzione cresce, il movimento si estende, i mezzi di informazione non possono più ignorare questi giovani che arrivano anche a mobilitarsi con scioperi planetari.

Questi giovani stanno dicendo molto anche a noi, forse perché  “essere giovani vuol dire tenere aperto l’oblò della speranza, anche quando il mare è cattivo e il cielo si è stancato di essere azzurro” per dirla con Bob Dylan.

E così anche noi abbiamo delineato un percorso per i prossimi mesi.

Innanzitutto ci stiamo dotando di un minimo di strumento per parlarci e coordinarci con tutti coloro che, al di là delle appartenenze, con apertura e coerenza vogliano darsi da fare. E’ il FORUM sul CLIMA organismo territoriale partecipato e trasversale, ambito comune non burocratico di confronto per un agire collettivo e condiviso (x info: forumclimacuggiono@gmail.com)

Parallelamente abbiamo cominciato a realizzare incontri informativi sia rivolti ai cittadini che soprattutto ai giovanissimi delle scuole di ogni ordine e grado, allacciando rapporti di collaborazione con gli insegnanti e genitori sensibili al tema.

Stiamo mettendo in cantiere una pubblicazione con linguaggio adatto ai giovanissimi da diffondere capillarmente negli istituti scolastici primari e secondari del territorio del Ticino Olona (castanese, legnanese, magentino, abbiatense). Questo territorio ha circa seicentomila abitanti, gli istituti scolastici sono circa trecento. Solo l’idea di arrivare a dialogare anche con un solo docente per istituto, vuol dire immaginare un processo organizzativo esteso, impegnativo, ma non impossibile se anche tu ci dai una mano, contiamo su di te per un allargamento a macchia d’olio.

Alla pubblicazione grazie a Marco Donadoni il nostro inventagiochi, stiamo affiancando un gioco cooperativo sulla sostenibilità, come strumento di ulteriore sensibilizzazione. Nora Picetti sta preparando uno spettacolo  sui cambiamenti climatici (di fatto sono due, uno per adulti e uno per bambini) . Diversi i linguaggi ma un unico obiettivo.

In collaborazione con altre associazioni abbiamo realizzato il quaderno monografico di 40 pagine sulla crisi climatica che si inserisce in questo percorso. Vuole essere  un ulteriore strumento di sensibilizzazione e di informazione.

E grazie alla diffusione di questo quaderno, stanno nascendo altre proposte operative, effetto positivo di contaminazione reciproca.

Ovviamente riteniamo fondamentale il rapporto con le amministrazioni. Va costruito e alimentato passo dopo passo. Amministratori sensibili volti al bene comune ci sono.

Con loro vorremmo organizzare un grande convegno la prossima primavera e ad esso far partecipare chi in Italia e all’estero sta realizzando nei fatti, quei passi necessari verso una concreta conversione ecologica. Esempi che dimostrino che “si può fare”. Un incontro di in/formazione collettiva sulle buone pratiche da conoscere e realizzare anche da noi.

Qualcuno potrà dire che è un percorso al di là della nostra portata, altri che non servirà a nulla, altri che siamo degli illusi.
Eppure crediamo valga la pena di pensare che ce la faremo, che questo percorso vada  portato avanti con costanza e determinazione, sapendo che come sempre, sarà un cammino non certo facile, tutt’altro che definito nei dettagli, certamente da migliorare, comunque teso a dialogare con tutti, anche, o meglio, soprattutto, con quelli che oggi la pensano diversamente.

E passo dopo passo allargare alleanze, trovare mezzi per farlo marciare speditamente, migliorarlo, renderlo sempre più efficace. Non sarà facile, lo sappiamo, ma vogliamo provarci. La differenza tra il lamento e la speranza nutrita dall’azione è tutta qui.       

Quindi…           

       Non dite che siamo in pochi
non dite che l’impegno è troppo grande per noi.
Dite forse che due o tre ciuffi di nubi
Sono pochi in un angolo di cielo estivo?
In un momento si stendono ovunque…
guizzano i lampi, scoppiano tuoni
E piove su tutto.
Non dite che siamo in pochi
Dite solamente che siamo.
( Lee Kwang Su V secolo a.C. )

da OresteM

Cambiamenti climatici. Un quaderno per conoscere e per agire

Settembre 5, 2019 in News da OresteM

Promosso da una ottantina di  associazioni del territorio, da piccole aziende agricole, da proloco e oratori è in questi giorni disponibile secondo numero di “Quaderni per pensare” dedicato alla crisi climatica, tema quanto mai attuale, anche se ignorato dai più nella sua gravità.

La pubblicazione, 40 pagine, supplemento alla rivista “La Città Possibile” edita dall’Ecoistituto della Valle del Ticino, riporta numerosi articoli che affrontano il tema sotto diverse angolazioni. Vuole essere oltre che strumento di informazione autorevole (tra le firme docenti universitari, partecipanti agli incontri internazionali sul clima, attivisti, ricercatori) uno stimolo ad organizzarsi e ad agire al più presto a partire dai propri comportamenti e dalle scelte delle comunità locali.

Le pagine centrali della rivista riportano i pannelli della mostra “Cambiamenti climatici, cause e rimedi a partire da noi”,  liberamente riproducibile e utilizzabile nelle scuole, nelle biblioteche, nei luoghi pubblici.

La pubblicazione è parte del progetto “Noi e il clima che cambia” sostenuto dalla fondazione comunitaria Ticino Olona. 

Per richiedere il quaderno : info@ecoistitutoticino.org  
348 351 5371

Qui la versione on line ma avere il quaderno tra le manii è tutta un’altra cosa…