da OresteM

PEDALANDO CON PEPPINO. Tra memoria e presente della lotta alla mafia.

Aprile 22, 2019 in News da OresteM

Peppino Impastato  fu assassinato da Cosa Nostra il 9 maggio 1978. Le sue denunce e il linguaggio dissacrante che usava per descrivere la mafia e tutta l’area grigia connivente, l’avevano reso inviso a Cosa Nostra. Il suo coraggio è diventato simbolo ed esempio di impegno civile.

‘Pedalando con Peppino Impastato 2019’, è organizzata da  Carlo Motta, Carlino per gli amici, dal 21 aprile al primo maggio toccherà in bicicletta i luoghi simbolo in cui si combatte quotidianamente la mafia: Palermo, Corleone, Agrigento, Sciacca, San Carlo, Selinunte, Marsala, Trapani, San Vito lo Capo e soprattutto Cinisi, luogo di partenza e di arrivo, paese natale di Peppino Impastato.

Il 30 aprile alle 21 a Le Radici e le Ali (Via San Rocco 48 – Cuggiono) ci collegheremo Carlino in videoconferenza nel corso della quale si potrà dialogare con Giovanni, fratello di Peppino, e i giovani del Centro di Documentazione Impastato e della Rete 100 passi.

Hanno aderito all’iniziativa Casamemoria Felicia e Peppino Impastato, Ecoistituto della Valle del Ticino, Comitato Genitori Cuggiono, Bicipace, Ass. Impastato/Castelli Milano, Carovana antimafia Ovest Milano, Anpi, Acli, Fiab (Federazione amici della bicicletta), Slow food Legnano, Comitato No terza pista Malpensa, Associazione Orientamenti Torino, CGIL, CISL e UIL Legnano, Legambiente, Radio Popolare Milano, associazione Decidiamolo insieme Palermo, Libera Sicilia.

da OresteM

FORUM CLIMA Cuggiono

Aprile 20, 2019 in News da OresteM

Il clima? ma che senso ha parlarne? Ma è qualcosa che ci tocca?

Certo, il clima può sembrare qualcosa di astratto, eppure quello che sta succedendo al clima, è il problema dei problemi, qualcosa di importante e drammatico con cui sempre più dovremo fare i conti. Ormai è tutto il mondo scientifico che cerca di dircelo in tutti i modi, anche se questo allarme non riesce a tradursi, almeno fino ad ora, in decisi passi dei governi. E così anno dopo anno le emissioni di CO2 alla base dei cambiamenti climatici aumentano. Eppure qualcosa si sta muovendo grazie alle giovanissime generazioni, quelle che più di noi dovranno fare i conti con ciò che sta accadendo. E che chiamano tutti a una nuova responsabilità.

Ma cosa possiamo fare di fronte a problemi così grandi? Intanto renderci conto che questi problemi dipendono largamente da noi umani, cosa preoccupante ma in fondo anche buona notizia perché, come ne siamo la causa, possiamo anche esserne la soluzione. In altre parole IL FUTURO DIPENDE DA NOI E DALLE NOSTRE SCELTE.

Altra considerazione: ogni grande problema è anche la somma di tanti problemi più piccoli, spesso determinati dai nostri comportamenti individuali, da quell’agire quotidiano che riteniamo normale, e a cui non diamo importanza tanto è diventato parte delle nostre abitudini.

E dipende anche da quello che le nostre comunità a livello locale decidono. Una scelta, anziché un’altra, su come spostarsi, produrre, consumare energia, utilizzare il suolo, riqualificare il costruito, abbellire una piazza, aumentare il verde pubblico, evitare lo spreco alimentare, limitare i rifiuti, può fare la differenza, e come se la fa!

Produce più CO2 alla base dei cambiamenti climatici incenerire materia o riciclarla? Produrre energia utilizzando sole, vento, acqua o bruciando petrolio? Spostarci sempre in auto o utilizzare i mezzi pubblici, il treno, la bicicletta? Abitare in una casa riscaldata con centinaia di metri cubi di metano o migliorarne l’isolamento?

Il futuro, dipende anche da noi e dalle scelte che facciamo, non solo dalle scelte di chi sta sopra di noi, scelte quest’ultime che hanno ovviamente la loro rilevante importanza, ma che non devono essere un alibi per non agire noi stessi, sia in prima persona, sia come comunità locale. Dobbiamo farlo ora, senza perdere altro tempo. Per vivere meglio e esserne più consapevoli.

Ma per essere efficaci in questo cambiamento è importante cominciare a creare un ambito comune di confronto, un FORUM di proposta, di approfondimento, di agire collettivo, che sappia rapportarsi con le amministrazioni, le associazioni, la scuola, il mondo produttivo, che sia aperto a tutti coloro che intendono far seguire alla parola sostenibilità l’agire concreto di scelte coerenti.

Un collettivo di persone di buona volontà. Che guardi al futuro modificando il presente. Questo vuole essere il FORUM CLIMA. Un forum per pensare, ma soprattutto per fare. E farlo insieme.

Se sei interessato a farne parte forumclimacuggiono@gmail.com   

da OresteM

LIBRARIA mostra mercato del libro raro, fuori commercio e d’occasione.

Aprile 20, 2019 in News da OresteM

Villa Annoni, Cuggiono. Domenica 28 aprile dalle 10 alle 18.

Questa 7° edizione sarà dedicata ai “Due secoli di Infinito”, il capolavoro di Giacomo Leopardi.

Alle ore 15, Lectio Magistralis di Flaminio Gualdoni, docente all’Accademia di Brera, sul poeta di Recanati… tra l’altro parente dei conti Annoni…

vedi la registrazione video

da OresteM

La Città Possibile – Primavera 2019

Aprile 20, 2019 in News da OresteM

Esce come trimestrale da quasi trent’anni e non ha intenzione di smettere, nonostante non voglia pubblicità nè riceva fondi pubblici. Se esce è perché, benché distribuita gratuitamente, ha chi la apprezza e la sostiene. E’ come il calabrone che ha ali troppo piccole in rapporto al suo corpo, e secondo le leggi della fisica non potrebbe volare. Ma questa rivista, come il calabrone non lo sa e vola lo stesso.
Qui puoi leggerla on line, ma credeteci averla tra le mani è un altra cosa.

Per sostenerla e riceverla a casa, bastano 10 € annuali (ma non poniamo limiti) recandoti presso Merceria Carmen via san Rocco 17 e compilando il modulo.
Se non sei di Cuggiono puoi fare un versamento
IBAN: IT84L05034 33061 0000000 62288 Banco BPM – Cuggiono
comunicando il tuo indirizzo a  info@ecoistitutoticino.org