da OresteM

CONCERTO DELL’EPIFANIA

Dicembre 17, 2018 in News da OresteM

 Domenica 6 gennaio ore 17,30

 Le Radici e le Ali (già chiesa di Santa Maria in Braida) 
 Via San Rocco 48 – Cuggiono

 Canti e musiche natalizie tra Medioevo e Rinascimento con L’Ensemble il Bell’Umore 

 Verrà ripercorso l’antico repertorio natalizio in un affascinante viaggio nella musica sacra, in cui le originali melodie gregoriane monodiche vengono affiancate alle più tarde elaborazioni a più voci, realizzate dai maggiori esponenti della scuola polifonica rinascimentale.

 Una policroma sequenza di composizioni corali e strumentali “a tema”, dove carole e mottetti si alternano a vivaci pezzi dal carattere popolare e dall’andamento quasi danzante, sull’accompagnamento di liuto, flauti e percussioni.

 A fare da sfondo, la recitazione di versi ispirato all’antica Lauda del Natale del Signore di Madonna Lucrezia de Medici.

PROGRAMMA

Inno d’Avvento, VIII secolo           Veni, veni Emmanuel

Canto devozionale, XIV secolo      Angelus ad virginem

Canto mariano, XIII secolo           Cuncti simus concanentes

Fra’ Serafino Razzi (1531/1611)    O Maria diana stella

da Piae cantiones (1582)                Gaudete

Villancico, XVI secolo                     Verbum caro factum es

Gallus (1550/1591)                           Resonet in laudibus

T.L. da Victoria (1548/1611)          O magnum mysterium

J.P. Sweelinck (1562/1621)            Angelus ad pastores ait

Canto devozionale, XIV secolo      Quem pastores laudavere (arr. Praetorius)

T.L. da Victoria (1548/1611)           Magi viderunt stellam

Canto popolare, XVI secolo            Parton dall’oriente

Canto popolare, XVI secolo            Oggi è nato un bel bambino

Carol, XVII secolo                             All hail to the day

Carol, XVI secolo                              Coventry carol

Anonimo (1550 circa)                      Sweet was the song

Du Caurroy (1549/1609)                 Un enfant du ciel nous est nè

Praetorius (1571/1621)                     Es ist ein Ros’ entsprungen

Qui la locandina

 

 

da OresteM

La Città possibile – Inverno 2018

Dicembre 16, 2018 in News da OresteM

Buona lettura

 La citazione all’inizio dell’editoriale in prima pagina, non a caso si rifà ad Itaca, al mondo greco, alle radici alle quali noi europei siamo debitori. Odisseo come modello, nella storia dell’umanità, almeno di quella occidentale, esempio del bisogno, sempre inappagato, di conoscere  non solo mondi diversi ma anche “le menti” di altri uomini. Odisseo come esempio del coraggio dell’osare, unito al ragionamento razionale contro l’immediato impulso della tracotanza e della violenza,  come esempio di chi vuole vedere oltre  e non fermarsi.

 Avremmo potuto aggiungere l’Ettore “domatore di cavalli” come modello del dovere da compiere, per se stesso e per la propria comunità , malgrado la sconfitta a cui  può andare incontro. Ettore come modello per coloro i quali, nella storia e nella vita, pensano che non sempre si debba stare a fianco dei vincitori.

 E non a caso in altra parte della rivista richiamiamo Antigone modello eterno della pazienza, della tenacia, della pietas femminile di coloro che osservano le leggi non scritte dell’umanità e della religione della vita, anche quando, soprattutto quando, questi valori sono calpestati nelle leggi degli uomini al potere.

 E ovviamente toccheremo temi che ci stanno a cuore, quelli ambientali, quelli sociali quelli storici, quelli artistici, , ringraziando tutti coloro che direttamente o indirettamente ci hanno aiutato, malgrado i nostri conclamati limiti di piccola rivista e associazione locale (ma non localista) a riempirla di contenuti.

Come sempre un grazie anche a chi pur sapendo che potrebbe trovare gratuitamente “La Città Possibile” nei luoghi pubblici, la aiuta da ben venticinque anni a farla uscire dandole sostegno abbonandosi. 

Qui puoi vederla on line, ma averla tra le mani è un altra cosa.

ABBONATI a “LA CITTA’POSSIBILE”

Questa rivista non riceve fondi pubblici e non ha pubblicità. Eppure esce da venticinque anni 
Esce perché diversi cittadini come te la sostengono.
L’indicazione che diamo è di 10 € annuali (ma non poniamo limiti…). Riconsegna il tagliando presso Merceria Carmen via S. Rocco17 Cuggiono (tel.02.974075) in modo da poterla ricevere a casa.


Se non sei di Cuggiono puoi fare un versamento 

IBAN: IT71J 033 5901 6001 0000 0128546
– conto corrente: 128546 intestato a ECOISTITUTO DELLA
VALLE DEL TICINO ONLUS – c/o BANCA PROSSIMA, Piazza
Carlo Berra,5 – 20012 CUGGIONO (Mi)

e IMPORTANTE manda una mail col tuo inditizzo a 

info@ecoistitutoticino.org